Home Cultura Al via il progetto Appia 2030
Al via il progetto Appia 2030
0

Al via il progetto Appia 2030

0

 

BRINDISI – Partono le attività del progetto MediAree – Appia 2030 promosso dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) e finanziato nell’ambito del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, per cui Brindisi è stata selezionata tra le 10 città pilota in Italia.

Il progetto contribuisce a valorizzare il tratto finale della Via Appia in chiave turistica, culturale, creativa, e di tutela paesaggistica, ambientale e della sicurezza, incentivando il turismo lento nel nostro territorio e rafforzando la candidatura della Via Appia a Sito UNESCO, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, guidata da Brindisi.

Appia 2030 consentirà a Brindisi e ai Comuni partner – Mesagne, Latiano, Francavilla Fontana e Oria – di realizzare una strategia comune di comunicazione, interventi di valorizzazione lungo il tracciato e attività promozionali oltre a supportare l’ambizioso percorso verso il riconoscimento UNESCO.

Il percorso, in linea con il percorso “Destinazione Brindisi” portato avanti dall’Assessorato al Turismo, prevede attività di co-progettazione con il coinvolgimento della comunità locale, e la realizzazione di una campagna promozionale che darà visibilità internazionale a Brindisi portando in città e nei comuni coinvolti designer, architetti del paesaggio, archeologi, esperti in materia ambientale da tutta Italia e dall’estero per lavorare assieme alla progettazione degli interventi sul percorso da candidare a futuri bandi e opportunità di finanziamento.

L’iniziativa si aggiunge alle iniziative che già interessano la Via Appia e il Comune di Brindisi, tra cui le attività di ricerca portate avanti dal prof. Burgers della Libera Università di Amsterdam nell’ambito del progetto europeo Heriland, ed il progetto del cammino dell’Appia Antica promosso dal Ministero della Cultura, e sarà coordinato da un team multidisciplinare selezionato da ANCI che include architetti, esperti in comunicazione e professionisti specializzati in educazione ambientale, con esperienze internazionali e locali.

“Brindisi gioca un ruolo chiave in questa candidatura e questo progetto ci permetterà di promuovere il territorio già da ora, in primis attraverso il lancio entro la primavera degli avvisi per ospitare professionisti da tutta Italia e dall’estero che si recheranno a Brindisi per le residenze di progettazione. A breve verrà lanciata la comunicazione a livello nazionale e internazionale” dichiara Emma Taveri, Assessore al Turismo, Marketing territoriale e Creatività del Comune di Brindisi.