fbpx



SONDAGGIO:

Mi dispiace, al momento non ci sono sondaggi.
Home Sport Basket Play avversari incontenibili: Brindisi prova ad applicarsi ma è inconsistente
Play avversari incontenibili: Brindisi prova ad applicarsi ma è inconsistente
0

Play avversari incontenibili: Brindisi prova ad applicarsi ma è inconsistente

0

BRINDISI – La partita dell’Happy Casa a Digione dura 20′. Troppo forti i padroni di casa, che nella competizione viaggiavano a 88 punti e 25 assist di media; contro Brindisi i punti prodotti sono stati 95 e gli assist 26. Ancora una volta la difesa sul banco degli imputati, nonostante un approccio alla gara aggressivo da parte degli uomini di Vitucci. Se a Varese protagonista assoluto è stato Mayo (26+6 assist), a Digione Zanelli e Thompson hanno avuto seri problemi a contenere uno stratosferico Holston (17+9 assist) e Julien (15+5 assist).

La forte partenza di Brindisi aveva illuso, con una difesa arcigna e ficcanti transizioni che avevano condotto gli ospiti subito sul +10 con due triple di Banks (4-14). La squadra ha pazienza in attacco, Banks realizza la sua terza tripla, ma lo stesso capitano biancazzurro ne perde due di fila che consentono ai francesi di chiudere sul -2 il primo quarto (23-25).

Nella seconda frazione Brindisi ha un’altra fiammata firmata Thompson, che segna da tre, recupera schiacciando e spinge il contropiede per la tripla di Zanelli (31-37). La gara di Brindisi finisce praticamente qui: Zanelli perde tre palloni che consentono al Dijon di piazzare un 10 a 0 di parziale (41-37). Il quarto finisce sul 43 a 41.

Al rientro dallo spogliatoio, due antisportivi fischiati ai biancazzurri danno la stura alla fuga dei francesi. L’Happy Casa subisce 20 punti in 4 minuti, Holston mette 4 triple nel quarto e Dijon vola fino al +14. Dopo 30 minuti il punteggio è sul 73-62.

L’ultimo quarto serve a Vitucci per fare acquisire chilometraggio alle seconde linee. Dijon raggiunge il +21. La gara termina sul 95 a 79.

Per Brindisi pesano le 21 palle perse e una difesa ancora permissiva, anche se questa volta per limiti tecnico-fisici più che per indolenza. Stone, seppure positivo, ha collezionato un 1/5 da tre, che sommato a quello di Varese fa 2/13 da oltre l’arco.

Domenica arriva Venezia e più di qualcosa deve essere rimessa tatticamente al proprio posto.

Andrea Pezzuto