fbpx



SONDAGGIO:

Mi dispiace, al momento non ci sono sondaggi.
Home Economia e lavoro La Brindisi del futuro è creativa e innovativa: dai progetti selezionati riemerge l’attenzione del territorio per turismo, agricoltura e ambiente
La Brindisi del futuro è creativa e innovativa: dai progetti selezionati riemerge l’attenzione del territorio per turismo, agricoltura e ambiente
0

La Brindisi del futuro è creativa e innovativa: dai progetti selezionati riemerge l’attenzione del territorio per turismo, agricoltura e ambiente

0

BRINDISI – C’è una Brindisi creativa, in fermento, capace di lavorare su idee innovative e di proporre progetti in ogni ambito, con turismo, agricoltura e ambiente particolarmente presenti, a testimonianza della sensibilità dei giovani nel captare le vocazioni del territorio. È questo quello che è emerso dal “Laboratorio di Innovazione Urbana”, il bando seguito dall’ufficio Programmazione e Sviluppo del Comune di Brindisi, che presso Palazzo Guerrieri accompagnerà per i prossimi 4 mesi le 12 startup vincitrici. I progetti pervenuti sono ben 68, e questa rappresenta già di per sé una nota lieta. Leggendo la scheda dei 12 progetti selezionati, si evince anche la qualità e la ricercatezza degli stessi. Andiamoli a scoprire uno per uno.

1) Legnobilità: creazione di biciclette a partire da scarti di legno e parti di biciclette vecchie o danneggiate.

2) Silver co-housing: attivazione di un co-housing per persone autosufficienti in età matura.

3) Wireless C02 monitoring system: produzione di una sistema di rete di sensori per monitorare le emissioni di CO2.

4) Mastri Compostatori: produzione di humus da lombrico, fertilizzante naturale per agricoltura biologica.

5) Brindisi Escape: realizzazione di un gioco digitale per scoprire la storia di Brindisi, attraverso l’organizzazione di corsi di grafica 3D e game design.

6) Brindisi Città della Voga: attivazione di un servizio turistico con l’utilizzo di barche a remi all’interno del porto.

7) Io Assisto 24: elaborazione di un sito internet e una app per reperire figure professionali che offrano servizi nel campo dell’assistenza domiciliare.

8) Brio: ideazione, gestione e creazione di attività turistiche e culturali basate sul concetto di esperienza.

9) Into Brindisi: elaborazione di una app che accompagna i turisti alla scoperta della città.

10) CanapABrindisi: produzione e trasformazione della canapa alimentare (in particolare, farina di canapa)

11) Scuola blended online-offline aperta alle aziende del territorio: organizzazione di una scuola di coding presso Palazzo Guerrieri.

12) Ortomania: realizzazione di un orto urbano in un terreno confiscato per una produzione agricola sociale e laboratori educativi.

I promotori dei progetti selezionati sono invitati al primo incontro di presentazione delle attività e del percorso di accompagnamento, mercoledì 13 novembre alle 17:30 presso Palazzo Guerrieri.

Per dare un riscontro puntuale a tutti i proponenti e le proponenti sarà attivato uno sportello settimanale per fornire chiarimenti rispetto al percorso di valutazione ed iniziare a lavorare insieme sugli aspetti delle progettualità da potenziare.

Per coloro che non ce l’hanno fatta, però, le porte restano aperte. Ad annunciarlo è l’assessore Roberto Covolo: “La scommessa. Recuperare risorse europee dal disimpegno e metterle in circolo nella società per trovare insieme soluzioni alle questioni economiche, sociali e ambientali ed esplorare le nuove vocazioni della città. Potenziare la capacità progettuale diffusa della comunità di Brindisi. Creare le condizioni per progetti sostenibili e di impatto. Puntare sulle persone e sulle idee come capitale indispensabile per lo sviluppo dei territori.

La graduatoria dei progetti che parteciperanno al Laboratorio di Innovazione Urbana di Palazzo Guerrieri è un caleidoscopio puntato sul futuro della città.
Ai vincitori: complimenti e benvenuti a bordo, ci sarà un lavoro duro da fare!
A chi non ce l’ha fatta in questa sessione: non arrendetevi, siamo già al lavoro per trovare percorsi e misure di sostegno per quanti più progetti possibili, quindi restiamo collegati”.

Di seguito la graduatoria completa.