SONDAGGIO:

Mi dispiace, al momento non ci sono sondaggi.
Home Sport Calcio Il Brindisi si ricompatta e torna quello d’inizio campionato. Le pagelle di Luigi Rubino
Il Brindisi si ricompatta e torna quello d’inizio campionato. Le pagelle di Luigi Rubino
0

Il Brindisi si ricompatta e torna quello d’inizio campionato. Le pagelle di Luigi Rubino

0

BRINDISI – Seconda vittoria consecutiva per il Brindisi di Totò Ciullo che, con la rosa sempre ristretta e a ranghi ultra ridotti, batte per 1-0 l’Agropoli nello stadio di casa.

La partita non è stata spettacolare, tutt’altro. È stata giocata soprattutto a centrocampo, laddove le due squadre si sono fronteggiate senza esclusioni di colpi nell’arco di novanta minuti conditi da tanta sostanza ed agonismo in uno stadio semi deserto per la concomitanza della gara al pranzo della Vigilia dell’Immacolata.
La rete del Brindisi – sul finire della prima frazione di gioco – nasce da un’invenzione di capitan Marino che vede speedy gonzalez Cristiano Ancora scattare sulla destra e servirlo con un lancio millimetrico ai limiti dell’area di rigore; aggancio perfetto del numero dieci brindisino, qualche passo verso il portiere e un destro all’incrocio dei pali che sblocca il risultato!
Brindisi 1 – Agropoli 0 e partita in discesa.
Il secondo tempo vede i biancazzurri gestire con sapienza il vantaggio rischiando poco o niente. Giusto due parate di Pizzolato su altrettanti fendenti da lontano e qualche uscita ai limiti dell’area di rigore. Non si poteva certamente chiedere di più ai ragazzi di mister Ciullo, ancora in attesa dei rinforzi di mercato volti a sostituire i partenti Masocco, Montaldi e Sorrentino.
E a tal proposito giova ricordare i due striscioni della Curva Sud “Michele Stasi” in aperta contestazione contro l’attuale dirigenza del Brindisi, rea di non aver fatto ancora dei concreti passi avanti sul mercato e di non agire – secondo i tifosi – in modo chiaro e trasparente. L’invito esplicito all’imprenditore Distante a diventare Presidente non presagisce nulla di buono sul fronte dei rapporti tra club e tifoseria organizzata.
Le pagelle del match:

PIZZOLATO, voto 6.5: come sempre molto sicuro sulle uscite alte, infonde tranquillità al reparto arretrato che – dalla partita di Santa Maria Capua Vetere – sembra aver acquisito quelle certezze oramai perse. Ogni tanto qualche rilancio non proprio perfetto.

DARIO, voto 6: una partita di ordinaria amministrazione per il centrale brindisino che difende con ordine e mostra solidità nei frangenti più caldi della partita.

IANNICIELLO, voto 6+: sempre attento sulle palle alte e vigile sulle sporadiche sortite offensive dell’Agropoli. Oggi non era la partita in cui esprimere al massimo tutte le sue potenzialità.

FRUCI, voto 7- : colpisce un palo dopo pochissimi minuti di gioco presentandosi in questo modo nella partita odierna. Ottima la scelta di tempo con la quale si incunea in area colpendo il pallone con precisione. In zona difensiva, lavoro d’ordine svolto in modo impeccabile.

ESCU, voto 6.5: si danna l’anima anche se non sempre con pregevoli risultati. Ci mette grinta, cuore e buoni sprazzi di lucidità. Potrebbe migliorare molto nei cross; se così fosse, sarebbe un terzino davvero completo. Siamo certi che mister Ciullo potrà farlo maturare al meglio.

D’ANCORA, voto 6.5: anche per Sasà D’Ancora una partita generosa e intelligente. Questa volta non trova il gol, ma rischia di segnarlo sul finire della partita quando il guardalinee lo ferma per offside. Spesso presente in area di rigore, prova a far male all’Agropoli con un tiro terminato fuori non di molto alla destra del portiere.

MARINO, voto 7+: che piedi, una magia! Il lancio per Cristiano Ancora è da stropicciarsi gli occhi! E’ la stella polare del centrocampo biancazzurro, il cuore pulsante dal quale passano tutti i palloni e tutte le idee.

PIZZOLLA, voto 7: vogliamo premiarlo anche per la sua giovane età. Una gran bella partita. Ha i tempi di inserimento, di passaggio, una buona visione di gioco (chiaramente da migliorare). Un ragazzo che nelle prime giornate non abbiamo visto praticamente mai, ma che era giusto gettare nella mischia per la sua personalità.

BOCCADAMO, voto 7: ancora una ottima prova del fluidificante adriatico che corre con intelligenza senza mai gettare a caso il pallone. Rincorre, recupera e fa ripartire l’azione con la lucidità di un veterano. Bravo anche nei cross!

ANCORA, voto 8-: segna il gol della vittoria e questo basta per attribuirgli la qualifica di “man of the match”. Una rete tecnicamente impeccabile: tempi di inserimento perfetti, fondamentali a gogò, tiro di precisione. Bentornato Cristiano!

TOURE’, voto 6- : vogliamo dare un voto più all’impegno che alla tecnica finora mostrata. Non ha il piede dell’attaccante, non pare avere il fiuto del goleador, ma è un calciatore che svaria molto sul fronte offensivo nel tentativo di servire buoni palloni ai compagni. Spesso però questi palloni si perdono nel nulla o sono di poco imprecisi. Può e deve fare di più.

ZAPPACOSTA, voto 6: lavoro di contenimento svolto in modo apprezzabile.

MERITO, s.v.

Luigi Rubino