SONDAGGIO:

--- IL SONDAGGIO ---

Siete soddisfatti dell'azione amministrativa targata Rossi?

Loading ... Loading ...
Home Sport Calcio Brindisi – Taranto: le pagelle di Luigi Rubino
Brindisi – Taranto: le pagelle di Luigi Rubino
0

Brindisi – Taranto: le pagelle di Luigi Rubino

0

BRINDISI – In preda ad un vento indemoniato la sfida tra Brindisi e Taranto termina col punteggio di 2-0 per gli ionici che si rilanciano in classifica cercando di restare agganciati alla zona playoff, la cui ultima posizione utile è fissa ora a quota 31 punti, proprio gli stessi punti di Taranto, Cerignola e Fasano.

Inutile dire che il match è stato fortemente condizionato dal vento che ha impedito alle due squadre di dare vita ad uno spettacolo degno di un derby così importante, come del resto i tifosi presenti si sarebbero attesi. Ciò non deve però impedire di valutare oggettivamente la prestazione del Brindisi, decisamente un passo indietro rispetto alle ultime prestazioni. Sterilità in zona gol, pochissime occasioni create e più di qualche disattenzione difensiva che – a distanza di qualche gara – riappare come un pericoloso segnale d’allarme per mister Ciullo.
Nello specifico, la seconda rete del Taranto è maturata su una dormita collettiva della difesa, totalmente mal posizionata al punto da consentire a Guaita di battere a rete in piena area con facilità da dilettante. Non delle migliori la prestazione del neoacquisto Dorato che deve ancora ben integrarsi negli schemi di squadra, mentre maggiore movimento è stato creato da Tourè, subentrato nel corso della ripresa.
Nessun dramma in ogni caso per i biancazzurri che, a quota 25 punti, restano in una tranquilla posizione di classifica a debita distanza dalla zona playout, ma con un piccolo occhiolino rivolto ai playoff promozione, al momento comunque un miraggio per lunghezza di rosa e motivazioni di squadra.
Le pagelle del match:

PIZZOLATO, voto 5.5: non può nulla sui gol. I suoi rilanci sono spesso sbagliati, colpa anche delle forti raffiche di tramontana.

DARIO, voto 5.5: tanto impegno, ma nulla può contro l’attacco tarantino. Deve migliorare anche nella scioltezza dei movimenti.

IANNICIELLO, voto 5: poco convincente oggi, anche in occasione della seconda rete del Taranto. Sarebbe forse stato opportuno mantenersi un passo più a sinistra per impedire all’ala tarantina di servire il compagno con la visuale completamente libera.

FRUCI, voto 5: più o meno lo stesso discorso fatto per Ianniciello. Non manca però di motivazioni e volontà.

ESCU, voto 4: non ne becca una. Svirgola la palla che consegna al Taranto l’1-0 da parte di Genchi. Sbaglia numerosi interventi anche nella ripresa. Totalmente spaesato.

MARINO, voto 6.5: diamo la sufficienza abbondante al Capitano, uno dei pochi che tenta di impensierire fino alla fine Sposito, estremo difensore del Taranto. Calcia una insidiosa punizione a metà ripresa che finisce alta di poco.

D’ANCORA, voto 5.5: tanta quantità per Sasà che però non resta ingabbiato nella morsa del centrocampo tarantino senza fornire quell’apporto in zona offensiva che rappresenta il “quid” in più per la squadra adriatica.

PIZZOLLA, voto 5+: gara un po’ anonima per il centrale brindisino che risente dell’opacità della prestazione complessiva. Non si può pretendere che un ragazzo così giovane possa risolvere una partita così difficile.

BOCCADAMO, voto 6: uno degli ultimi a mollare. Poco incisivo tuttavia in zona offensiva. Fa quello che può.

ANCORA, voto 5.5: Cristianone forse risente anche dell’emozione di giocare contro la sua ex squadra. Fatto sta che non è in grado di accendere il turbo e creare la superiorità numerica che, nelle ultime gare, aveva consentito al Brindisi di vincere quasi tutte le partite.

DORATO, voto 5: qualche buon movimento, ma nulla più. Il Brindisi con lui in campo non tira praticamente mai in porta. Sostituito nella ripresa.

TOURE’, voto 6: crea quel movimento che non si era visto con Dorato in campo. Merita la sufficienza perché dà maggiore profondità e consistenza all’attacco.

Luigi Rubino