SONDAGGIO:

Mi dispiace, al momento non ci sono sondaggi.
Home Economia e lavoro I dipendenti della farmacia comunale: “Siamo fortemente dispiaciuti”
I dipendenti della farmacia comunale: “Siamo fortemente dispiaciuti”
0

I dipendenti della farmacia comunale: “Siamo fortemente dispiaciuti”

0

BRINDISI – L’amministrazione brindisina è finalmente riuscita a cedere il 100% delle quote che la vedeva unica proprietaria della società Servizi Farmaceutici s.r.l.
La Farmacia Comunale di Brindisi non sarà mai più comunale.
La nostra amministrazione è stata dunque capace di sbarazzarsi definitivamente dell’unica società in attivo di cui era proprietaria, dell’unica società che annualmente è stata capace di fatturare centinaia
di migliaia di euro (reinvestiti interamente nei servizi sociali) e che, ancora oggi, nonostante il periodo economicamente disastroso a conseguenza della pandemia, continua a dare servizio, speranza e consigli professionali alla cittadinanza a pieno beneficio delle casse del comune stesso.
La vendita della Farmacia Comunale è stimata intorno ai 2 milioni e 300mila euro…e dunque tanto è valso il nostro operato in questi anni.
Operato sempre presente e pronto, nonostante un’amministrazione completamente assente e incapace di avere una prospettiva lungimirante nella gestione di un bene che aveva tra le mani e che, senza doversi preoccupare di come amministrare, è riuscito nel tempo a fatturare utili che hanno fatto gola a chi di affari se ne intende.
L’amministrazione Rossi quindi, grazie al nostro operato, sarà forse in grado di rientrare nel bilancio previsto a fine anno, a completo beneficio del mantenimento delle loro cariche politiche, unica cosa che in questi anni non ha mai deciso di tagliare o di rivedere.
Sanato il debito con la vendita delle farmacie, delle piscine comunali e di quei pochi servizi rimasti in attivo, quanto tempo ci vorrà affinché il Comune si ritrovi ad accumulare debiti senza avere più
nessuna entrata che lo possa sostenere?
La nostra città ha perso uno dei pochi servizi che sarebbe stato probabilmente capace, nel tempo, di sanare i debiti accumulati dato che rappresentava l’ultima roccaforte di guadagni, professionalità e di impegno nel sociale.
Noi, dal nostro piccolo, siamo solo fortemente dispiaciuti che, ancora una volta, la meritocrazia di chi s’impegna quotidianamente per dare un servizio attivo e fondamentale, non venga riconosciuta come un bene di cui il Comune di Brindisi abbia bisogno e di cui si possa vantare.
Certi di poter impiegare la nostra professionalità per un’azienda che sicuramente saprà apprezzarci e motivarci per raggiungere risultati ancora più importanti.

I dipendenti della Farmacia Comunale di Via Grazia Balsamo