--- IL SONDAGGIO ---

Interruzione dell'Amministrazione Rossi e voto in autunno. Siete:

Loading ... Loading ...
Home Sport Calcio Brindisi in zona retrocessione, Montaldi rifiuta di scendere in campo – Le pagelle di Luigi Rubino
Brindisi in zona retrocessione, Montaldi rifiuta di scendere in campo – Le pagelle di Luigi Rubino
0

Brindisi in zona retrocessione, Montaldi rifiuta di scendere in campo – Le pagelle di Luigi Rubino

0

BRINDISI – Ancora una sconfitta, l’ennesima, la terza casalinga consecutiva che adesso vede per la prima volta il Brindisi in zona playout. Non siamo abituati a vedere la squadra della nostra città a lottare per salvarsi, ma tant’è. Il risultato finale di 1-2 contro il Francavilla in Sinni è in parte bugiardo perché – a differenza delle ultime gare – il Brindisi mostra qualche segno di risveglio, nonostante un campo ai limiti della praticabilità; buoni i primi venticinque minuti della ripresa nei quali i biancazzurri pareggiano il gol iniziale lucano su rigore di Cristiano Ancora e tentano a più riprese di segnare la rete del vantaggio.

Tuttavia le lacune, evidenti, in fase difensiva si riaffacciano prepotentemente quando – attorno al 74’ – un calcio d’angolo sinnico vede mal piazzata la difesa brindisina e il poco convinto Fruci insaccare nella propria porta una rovesciata di un calciatore lucano.
Inutile piangersi addosso e fare analisi di carattere tecnico-tattico che, a questo punto della stagione, contano davvero poco. Cosa stia accadendo alla squadra ha del misterioso. Gli stipendi sono stati corrisposti, la società pare sia economicamente sana e dunque abbiamo difficoltà ad inquadrare l’intera situazione in modo lucido e razionale. Certamente manca la serenità e l’unità. Ma perché?
E come mai Montaldi ha deciso di non scendere in campo?
Tutte domande alle quali, ancora una volta, vorremmo avere una risposta esaustiva al fine di ricomporre i cocci di una stagione che potrebbe rivelarsi un disastro per il calcio brindisino.
Le pagelle del match:

LACIRIGNOLA, voto 5-: molto insicuro. Rischia per due volte di fare la frittata, dapprima facendosi scappare dalle mani una innocua palla nella propria area e, poi, rinviando un retropassaggio sulle gambe dell’attaccante francavillese. Forse è il caso che mister Ciullo dia spazio a Pizzolato per permettere al giovane portiere biancazzurro di ritrovare la serenità.

CORBIER, voto 6: oggi ha spinto molto, come non si vedeva da tempo. Reattivo, energico, presente sia dietro che avanti. Ci sembra tuttavia che il primo gol degli ospiti derivi da un posizionamento non corretto da parte sua che spiana la strada al calciatore lucano e gli permette di realizzare l’assist del vantaggio.

FRUCI, voto 4.5: un altro calciatore che meriterebbe di riposare e ritrovarsi mentalmente. Come detto più volte, un’involuzione inspiegabile culminata in un’autorete forse evitabile. L’impressione è che comunque non fornisca la stessa sicurezza di inizio campionato.

IANNICIELLO, voto 5.5: meglio del suo compagno ma anche lui in affanno in taluni frangenti. Prova l’incornata del pareggio sul finale, ma è decisamente sbilenca. Rischia peraltro di combinare un patatrac perdendo palla al limite dell’area di rigore.

ESCU, voto 6.5: sicuramente uno dei migliori, per spinta e personalità. Più volte tenta l’incursione in area di rigore servendo i propri compagni, senza successo. Buoni i suoi dribbling e le coperture. Oggi decisamente ritrovato.

MARINO, voto 5.5: il Capitano ha perso lo smalto dei giorni migliori. Non riesce ad essere più incisivo come le prime giornate e si perde nel grigiore degli altri compagni. Batte delle buone punizioni non sfruttate però dagli attaccanti.

D’ANCORA, voto 5.5: si danna l’anima ma con scarsi risultati. Rimedia anche un’ammonizione e, nel finale, ha l’occasione del 2-2 che spreca malamente sopra la traversa.

SORRENTINO, voto 6+: ci è sembrato più attivo e in palla. Più dentro il gioco e maggiormente propositivo. Ciò che però non va è il modo di battere i calci di punizione: spesso bassi e prevedibili per le difese avversarie.

PIZZOLLA, voto 6.5: davvero una buona partita per il giovane centrocampista adriatico che ruba una ingente quantità di palloni nella zona mediana e si propone, senza paura, in zona offensiva, creando delle situazioni pericolose. Il mister deve continuare a puntare su di lui!

ANCORA, voto 7: si impegna tantissimo. Gioca di nervi e cuore più che di intelligenza e segna con precisione il rigore capitatogli sui piedi ad inizio ripresa, da lui stesso procurato. Deve continuare così!

GRANADO, voto 5: non pervenuto nei radar. Fa davvero molto poco per un attaccante della sua stazza e tecnica. Non ci siamo.

TOURE’: aveva tradito le aspettative all’inizio. Ora appare totalmente inadeguato per giocare in questa categoria. Sbaglia tutto: appoggi, stop e anche le cose più facili.

MERITO, voto 6: prova a dare una scossa alla squadra sulla fascia e, in piccola parte, ci riesce. Tuttavia non è sufficiente.